PANORAMICA AZIENDALE

shotspotter

La tecnologia ShotSpotter viene utilizzata per proteggere gli agenti e collegare meglio le forze dell'ordine alle loro comunità. Tramite l'uso di sensori sofisticati, ShotSpotter ha la capacità di individuare e allertare le forze dell'ordine in tempo reale su incidenti con armi da fuoco illegali. La loro tecnologia di sorveglianza fornisce una posizione esatta su una mappa (latitudine / longitudine) con dati correlati come l'indirizzo, il numero di colpi sparati e il tipo di sparatoria direttamente sul dispositivo dell'utente. Il loro obiettivo è ridurre la violenza armata, migliorare la sicurezza pubblica e migliorare la resilienza delle comunità di tutto il mondo. La tecnologia ServiceMax consente una manutenzione dei servizi sul campo proattiva, informata e guidata dai dati e aiuta Shotspotter a migliorare la sicurezza delle città e dei dipartimenti di polizia negli.

Azienda:
Shotspotter

Settore:
Pubblica sicurezza

Dimensione:
51-200 impiegati

Utenti:
20 utenti ServiceMax users

Sede Centrale:
Newark, CA

Sito internet:
http://www.shotspotter.com

"Prima di implementare ServiceMax, non disponevamo dei dati storici sul numero di prodotti installati che installavamo, sulla posizione dell'edificio o sul comportamento del dispositivo. Non avevamo un buon modo per tenerne traccia. "

Jeff Jaegar
Field Service Manager

ServiceMax Customer Video: ShotSpotter

La Sfida

ShotSpotter opera in circa 90 città negli Stati Uniti, Porto Rico, Isole Vergini americane e in Sud Africa ed è un componente chiave della strategia di riduzione della violenza di queste città. A causa del suo alto impatto per le forze dell'ordine, Jeff Jaegar, responsabile del servizio di campo per il Field Ops Team, spiega che "Stiamo continuamente verificando che il sistema e ciò per cui i nostri clienti pagano funzioni sempre."

E' importante essere sempre attivi e in esecuzione con un accesso rapido e facile ai tecnici di terze parti ed essere in grado di monitorare la loro efficienza. Se i sensori non funzionano, l'area di copertura si assottiglia e il tempo di attività ne risente. ShotSpotter doveva essere in grado di trovare e contattare un tecnico locale per risolvere il problema. Risolvere il problema è importante, ma ShotSpotter aveva poca visibilità sul modo in cui i tecnici di terze parti stavano lavorando, sulla velocità con cui risolvevano i problemi e su quali erano le cause comuni. "Non avevamo modo di vedere le informazioni di cui avevamo bisogno per aiutare a gestire meglio i nostri prodotti", ha spiegato Jaegar.

La Soluzione

Uno strumento di gestione del field service che fosse veramente compatibile con la fornitura dei servizi di assistenza era essenziale per ShotSpotter. Dopo aver provato altri prodotti, ShotSpotter ha scoperto che ServiceMax era esattamente quello che cercavano in quanto si integrava con i loro attuali sistemi, era configurabile in base alle loro esigenze e forniva una visione ancora più approfondita delle informazioni che già possedevano.

"ServiceMax ci ha permesso di analizzare tutte le informazioni in nostro possesso per rispondere meglio alle esigenze dei nostri clienti e fornitori", ha affermato Jaegar.

I Risultati

Con ServiceMax, ShotSpotter è in grado di valutare più informazioni chiave contemporaneamente e condividerle con i loro project manager e appaltatori. In cambio, i membri del team completano le implementazioni più velocemente; diminuendo il tempo e il denaro spesi, aumentando la soddisfazione del cliente e migliorando la qualità della vita nei quartieri di tutto il mondo.